Home Page Il "Casa di Betania" Archivio Settembre 2010 Cari amici di Agrate Omate e Caponago

PostHeaderIcon Cari amici di Agrate Omate e Caponago

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Don Stefano Guidiqueste poche righe, che scrivo idealmente a ciascuno di voi, sono il mio iniziale saluto, pieno di emozione di trepidazione.
Sapete già che mi chiamo don Stefano e che ho 30 anni. Sono diventato prete il 9 giugno del 2007 a Milano, ordinato dal Cardinale Tettamanzi.
Tre anni fa sono stato mandato nella Comunità Pastorale di Sesto Calende, in provincia di Varese, sulle sponde del Lago Maggiore, più precisamente nel punto in cui il lago diventa fiume (il fiume Ticino) e il fiume diventa lago.
Sono stati tre anni intensi e appassionanti: sono sei le parrocchie che compongono la Comunità, e oltre al ministero parrocchiale si è subito aggiunto il lavoro nella scuola, come insegnante di religione con i ragazzi delle medie.
In queste settimane si sta rinnovando nella mia vita la grazia della chiamata sacerdotale. Lasciare una Comunità dopo appena tre anni è un fatto difficile da vivere, ma che permette tuttavia di sapersi e sentirsi ancora una volta “chiamato” e “inviato” per il bene della Chiesa.
Così, se nel mio cuore c’è la fatica del distacco dagli amici di Sesto Calende, c’è anche l’entusiasmo e la voglia di incontrarvi e di conoscervi, e il desiderio sincero di poter lavorare con voi e per voi, per il bene di tutta la Comunità.
Conosco le mie povertà personali, le mie lentezze e le mie incapacità. Nonostante tutto questo, spero di riuscire a dare il meglio – anzi: tutto! – per servire nel migliore dei modi questa grande e bella Comunità Pastorale.
Un motivo di particolare gioia è l’amicizia che mi lega a don Angelo Cavenago.
Con lui ho condiviso tutti gli anni di seminario, in cui è nata e si rafforzata una bella amicizia.
Ma originario di Agrate è anche un altro sacerdote più “anziano”, con cui ho potuto lavorare in questi tre anni: si tratta di don Lino Rocca, che svolge il suo ministero nella parrocchia di Lisanza, frazione di Sesto Calende.
Don Lino poi, ha iniziato il suo ministero nella parrocchia di Usmate, dove appena quattro anni fa sono stato mandato per il ministero diaconale.
Ma se già questo intreccio di conoscenze può farvi pensare a qualche “accordo segreto” che abbia favorito la mia nomina, in realtà, non è finita qui.
Legami ancora più forti mi stringono a don Mauro.
Dovete sapere che don Mauro ha iniziato il suo ministero nella mia parrocchia di origine, a Marnate (Varese) nel lontano 1973, dove ancora oggi è ricordato con affetto da tanta gente.
Per l’amicizia nata in quegli anni, ha poi sposato in miei genitori nel 1979.
La gioia di venire in mezzo a voi è arricchita da questi bei legami che il Signore mi ha donato e che fanno parte della mia vita! Sono allora consapevole di essere mandato tra amici e tra fratelli, tra persone con cui condividere innanzitutto la stessa fede nel Signore Gesù e farla crescere insieme.
Nelle preghiere di questi giorni ritornano nella mia mente i volti e i nomi dei vostri sacerdoti, la bellezza e originalità delle vostre chiese parrocchiali, ma soprattutto la bellezza dei vostri oratori che con la “vastità” e l’ordine che li contraddistinguono, esprimono la generosità e la passione educativa delle nostre tre parrocchie.
L’ultimo pensiero di questa iniziale presentazione va allora alle famiglie, ai ragazzi, agli adolescenti e ai giovani: mentre mi unisco alla gratitudine verso don Romeo per il lavoro svolto in questi anni, vi esprimo tutto il mio sincero desiderio di camminare insieme con voi, di stare al vostro passo, di condividere lo stesso percorso insieme e verso il Signore Gesù, proprio come è capitato ai discepoli di Emmaus, che camminavano e conversavano con Lui.
Spero di poter iniziare presto a camminare con ciascuno di voi, aiutandoci a vicenda nel fare scoprire ai nostri tre oratori la bellezza di camminare nella comunione, nella conoscenza reciproca e nell’amicizia.
Se cammineremo insieme così, al passo del vangelo, seguendo il ritmo vitale della fraternità e della comunione, i nostri oratori continueranno ad essere luoghi educativi, capaci di promuovere e seguire la crescita di ogni nostro ragazzo, e anche noi sapremo trovare le energie e l’entusiasmo per annunciare e per proporre la bellezza di crescere in oratorio camminando insieme.

A presto,

Don Stefano Guidi

Ultimo aggiornamento (Lunedì 06 Settembre 2010 09:04)

Eventi / Avvisi
<<  Gennaio 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
1011121314
171821
24252627282930
31      
Ultimi Eventi
Casa Di Betania
MESE DI FEBBRAIO
E' Disponibile on-line l'informatore della Comunità Pastorale Casa Di Betania del mese di FEBBRAIO 2015.
Cerca