Home Page La Nuova Comunità Le Riflessioni Archivio Futuro, Prossimo, Mitezza, Fiducia

PostHeaderIcon Futuro, Prossimo, Mitezza, Fiducia

Futuro, Prossimo, Mitezza, FiduciaPrendo spunto da un bellissimo articolo apparso su “Avvenire” del 31 dicembre di Giacomo Poretti per esprimere a tutta la Comunità il mio augurio di BUON ANNO, utilizzando parole che oggi sono un po’ in disuso “Futuro, prossimo, mitezza, fiducia.
Invece, senza che ce ne accorgiamo, stiamo subendo la dittatura di altre parole: passato, io, guerra, depressione.

Futuro perché nessuno sembra credere più all’esistenza di questa forma verbale, tutt’al più ci si trastulla ad evocare nostalgicamente il passato prossimo o si rimane sconcertati e abulici nell’indicativo presente, insomma il gerundio di «mi sto deprimendo» è il verbo che ci descrive meglio.
E poi, confessiamolo, ci sono dei momenti in cui saremmo anche tentati dal buttarci tra le braccia di qualcuno che ci parli solo all’imperativo: il problema è che nessuno, per fortuna, sa parlare questa forma di linguaggio in uso nei primi decenni del secolo scorso, di questi tempi uno può azzardare al massimo il condizionale o più miseramente invocare la condizionale.
Io ho fiducia nel futuro, perché futuro significa immaginare qualche cosa di diverso, significa desiderare di cambiare le cose che non funzionano più, significa essere disponibili alle novità, significa uscire da se stessi e rendersi disponibili alle varietà del mondo.
Ma per desiderare il futuro bisogna essere disposti ad accorgersi che esista il prossimo, non esiste un qualsiasi futuro se non in compagnia degli altri.
Gli altri, oltre che essere possessori dei nostri stessi diritti, ed essere fatti a immagine e somiglianza di Colui che ha avuto la bella idea di creare la vita, gli altri, dicevo, hanno la stessa nostra dignità, anche se noi spesso siamo convinti di essere più degni di chiunque altro, presidente degli Stati Uniti compreso: si sa, gli altri vestono peggio di noi, sono meno intelligenti di noi, soffiano il naso in una maniera irritante, camminano in maniera goffa, insomma saremmo anche disposti ad amare l’umanità, ma l’uomo singolo e particolare come si fa?
Dobbiamo rassegnarci a farci andar bene gli altri, i quali, tra l’altro, sono anche utili… Mitezza.
È una delle parole più maltrattate, irrisa, considerata antica, fasti-diosamente illogica e irreale, oltre che irrealizzabile.
La mitezza è relegata in qualche romanzo, in qualche rara canzone, sicuramente nelle poesie e nella Bibbia.
Qualcuno ha scritto da qualche parte che se si è miti si contribuisce ad abbassare l’aggressività nel mondo, ed ognuno può contribuire a fare che accada.
Però la vita sul pianeta terra nel 2014 richiede aggressività, competizione, cinismo, orgoglio, ambizione.
Sarà dura per la mitezza rientrare nel nostro dizionario, forse sarà più facile per l’Inter accedere alla Champions League.
E infine la fiducia.
Non sappiamo più in chi riporla: non in questi politici, che riescono a stupirci negativamente ogni giorno, dove il fondo dell’orrore sembra non arrivare mai; non in questa Europa che sembra disinteressarsi dei suoi cittadini; non in questa Inter che sembra destinata alla mediocrità per altri lustri; non in questa economia che sembra badare solo a se stessa; non in questa tecnologia che ci sorride solo per due anni poi è ora di cambiarla.
Qui si fa durissima: forse dovremmo cominciare ad avere fiducia in noi stessi, e non vergognarci di immaginare e desiderare un futuro differente, da pensare e condividere con gli altri, e anzi cominciare ad azzardare che gli altri non ci danno solo fregature.
Si tratta di avere fiducia.
La fiducia è il primo atto di fede, significa ammettere che non ci siamo fatti da soli, e che l’atto di creare, inventare, costruire è fatto solo con o per gli altri, niente è fatto solo per se stessi, anche il gesto di più alta vanità richiede un altro che la riconosca.
Per questo anno nuovo auguro a tutti di possedere un nuovo dizionario.”

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 07 Gennaio 2015 09:34)

Eventi / Avvisi
<<  Dicembre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4
10
171922
2526272829
3031     
Ultimi Eventi
Casa Di Betania
MESE DI FEBBRAIO
E' Disponibile on-line l'informatore della Comunità Pastorale Casa Di Betania del mese di FEBBRAIO 2015.
Cerca